blog  3

Progettazione illuminotecnica della tua casa: mini-guida da seguire!

La progettazione illuminotecnica degli ambienti domestici richiede un particolare impegno, ma anche un’esperienza non di poco conto… per questo è bene affidarsi ai professionisti dell’illuminazione come noi di Luce Fai Da Te… e seguire i nostri consigli, che sono un ottimo punto di partenza!

1. La planimetria
Per prima cosa è bene avere chiara la disposizione di soffitti, controsoffitti, pareti, muri portanti o in cartongesso per essere sicuri di effettuare un intervento nella zona più adatta. Planimetria alla mano, dovrebbe dunque essere stabilita la collocazione di ogni stanza della casa e la presenza di eventuali corridoi, cabine armadio, pianerottoli, studi…

2. Luce naturale o luce artificiale?
Il troppo… stroppia, si sa, e quindi in questo caso anche un eccesso di luce potrebbe portare ad uno sgradevole risultato estetico della stanza o all’installazione di impianti luminosi, laddove potrebbero non essere necessari. La presenza di finestre e vetrate deve assolutamente essere tenuta in considerazione, prima di scegliere come illuminare la stanza. Infatti, la casa verrà vissuta prevalentemente nelle ore di luce solare, quando in alcuni casi, la luce artificiale potrebbe non essere necessaria.
Se ci troviamo nel caso di una grande vetrata che permette alla stanza di essere completamente illuminata dalla luce naturale, è opportuno collocare più lampadari a sospensione, applique in cartongesso o faretti a led all’interno dell’ambiente, così da calibrare la luce artificiale nei punti che lo richiedono.
Nel caso in cui la stanza presentasse una piccola finestra, si potrebbe invece optare per un’illuminazione più ampia mediante strisce a led di diverse metrature, in modo da coprirne in modo uniforme il perimetro o un’intera parete.

3. L’arredamento
Arredamento e sistema di illuminazione devono essere in perfetta armonia e sintonia tra di loro, completandosi laddove necessario. Quando si sceglie come illuminare le stanze della casa è quindi bene tenere in considerazione dove avremo intenzione di collocare ad esempio una libreria, piuttosto che la presenza di un piano cucina ad isola. Illuminazione e arredamento devono dunque andare di pari passo, rispettando l’una le esigenze dell’altro.
Ad esempio, nella progettazione della camera da letto si potrà optare per il collocamento di due applique a lato della testata, oppure di due abat-jour sui comodini.
Nel caso di una cucina ad isola potrebbero essere collocati dei pannelli a led a sospensione o dei lampadari a più cadute solo per illuminare il piano… e così via.

Hai preso nota di tutto? Ora non ti resta che rivolgerti a noi, specialisti del FAI DA TE in fatto di illuminazione!