blog

Casa e benessere: come il lighting design influenza il nostro umore

Avere una casa dall’atmosfera calda e accogliente è un desiderio che accomuna la gran parte di noi. Infondo casa è il nostro posto intimo, dove ci rifugiamo dopo una lunga giornata di lavoro e ci riconciliamo con le persone che amiamo. Per questo la scelta di un arredamento che rispetti il nostro stile e le nostre esigenze è fondamentale per migliorare la nostra qualità di vita e influire positivamente sul nostro umore. Da qui l’importanza di valutare attentamente ogni componente d’arredo, come luce, colori, mobili e accessori, affinché l’insieme sia sempre armonioso e ci faccia sentire a nostro agio.

blog

La luce è emozione. Influenza il nostro benessere più di quanto si creda. Così come il verde ci riconcilia con noi stessi, allontanando tensioni e pensieri bui, anche gli altri spazi influiscono sul nostro stato d’animo a seconda di come sono organizzati, illuminati e colorati.

L’ambiente che ci circonda influisce sempre sul nostro umore: figuriamoci la casa che abitiamo. Per questo è fondamentale applicare piccoli accorgimenti nella scelta dell’illuminazione degli spazi, valutando luci diverse stanza per stanza.

blog

Nella zona living, per esempio utilizzare un numero eccessivo di led può rendere l’ambiente poco rilassante e di conseguenza creare un disturbo al riposo. È bene optare per punti luce mirati, posizionando applique nella zona lettura, che necessita di più luce, e lampadari a sospensione sopra il tavolo da pranzo, escludendo luci colorate che possano falsare la percezione dei piatti.

Nel bagno invece bisognerebbe evitare una luce troppo fredda perché può creare il fastidioso effetto di “invecchiamento” della pelle quando ci si guarda allo specchio. Per un’illuminazione generale della stanza è in genere sufficiente una luce ambientale, come un lampadario a soffitto, che crea un bagliore diffuso nello spazio, e uno specchio con luce perimetrale.

Mentre nello studio l’illuminazione soffusa aiuta a rilassarsi ma non a concentrarsi. Vi suggeriamo, dunque, delle abat-jour o delle lampade da tavolo che illuminino il piano lettura.

In cucina, se abitabile, è bene organizzare illuminazioni differenti tra la zona dove si prepara il cibo e quella in cui si consuma. Usare una luce maggiore sui fuochi, l’area lavaggio e sul piano di lavoro è importante, in quanto in questo ambiente la componente estetica deve sottostare e conciliare con l’aspetto funzionale. In tal senso i faretti a incasso sono l’ideale.

blog

Nella camera da letto è sempre consigliabile un lampadario centrale che crea un bagliore uniforme nell’intera stanza e delle applique da posizionare ai lati del letto comode per chi ama leggere prima di coricarsi.