Cosa sono i Lumen?

Vi ricordate i tempi delle lampadine a incandescenza tradizionali basate su Watts?

Oggi con le lampadine a LED abbiamo iniziato ad utilizzare il termine “lumen”, ovvero l’unità di misura della luminosità di una sorgente luminosa. In poche parole, il lumen equivale alla luminosità di una qualsiasi fonte di luce, come appunto, le lampadine.

All’acquisto di una lampadina consigliamo di fare attenzione ai lumen che sarà indicato sulla confezione insieme ai watt, perché questo valore influisce sulla luminosità della lampadina stessa.

La differenza tra lumen e watt

Il watt è l’indicatore del consumo energetico di una lampadina.

In passato che veniva utilizzato anche come sinonimo di lumen, al fine di misurare la capacità di illuminare. Il motivo è semplice: più energia veniva assorbita dal dispositivo di illuminazione, e più luminoso questo era, in maniera all’incirca proporzionale.

Con l’illuminazione a led questo è cambiato perché oggi la stessa quantità di luce si può ottenere con il LED, con un consumo energetico molto più basso.

faretti led

Quanti lumen per illuminare una stanza?

A volte quando si è alle prese con i primi acquisti led può risultare difficile scegliere la quantità di lumen necessaria per illuminare un determinato ambiente.

Non c’è una risposta universale a questa domanda perché bisogna considerare tantissimi fattori: ampiezza della stanza, tipo di arredamento, presenza o meno di luce naturale, destinazione d’uso di una stanza e così via.

Proviamo comunque a darti delle indicazioni generali per aiutarti a orientare verso la scelta più adatta alle tue esigenze.

  • Cucina. All’incirca 300/400 lumen per metro quadro. Se la cucina è destinata anche ad altre esigenze possiamo anche considerare 700/800 lumen/mq.
  • Bagno. Per essere adeguatamente illuminato si possono utilizzare lampade di circa 500-600 lumen al mq.
  • Camera da letto. Essendo un luogo tendenzialmente dedicato al riposo, la necessità di luce sarà inferiore, dai 300-400 lumen/mq oppure se utilizzata per altre esigenze come studio e lavoro si può arrivare anche ai 700-800 lumen.
  • Soggiorno. È uno degli ambienti più vissuti della casa. Qui dipende molto dalle esigenze personali, se si vuole rimanere su una luce più diffusa 400-500 lumen possono bastare per creare la giusta atmosfera; se è una zona in cui si svolgono numerose altre attività consigliamo una luce più forte.

Come abbiamo potuto costatare, non ci sono criteri rigidi da seguire perché la scelta dei lumen dipende da moltissime variabili.

Il nostro consiglio è puntare sulle lampadine dimmerabili, in grado di regolare l’internsità della luce.