Trend

Come illuminare un loft: tutto quello che devi sapere

Ti piacciono gli open space e non vedi l’ora di dare libero sfogo alla tua creatività? Allora il loft fa al caso tuo! Ma come illuminarlo e rendergli giustizia?

Il loft, da “luft” (dal tedesco antico) che significa aria, spazio, si tratta infatti di un’abitazione caratterizzata da spazi aperti, ovvero ampi open space caratterizzati dalla quasi totale assenza di divisori, da altezze interne maggiori rispetto agli immobili costruiti a uso residenziale e maggiori superfici finestrate. Una delle caratteristiche più particolari del loft però è la sua realizzazione a partire da spazi ricavati da vecchi capannoni aziendali o magazzini. Invece che essere abbattuti, viene data una seconda vita a quegli spazi.

Se sei alla ricerca di un luogo che sappia esprimere carattere, che dia la possibilità di rappresentare sé stessi e che, nel contempo, sia moderno, pratico e sofisticato, il loft è una ottima soluzione.

Per decidere la giusta illuminazione in una casa, in questo caso in un loft, bisogna osservare come si comporta la luce naturale al suo interno. Nelle fasi della giornata la luce del sole colpirà alcune zone della casa, lasciando in ombra altre, di conseguenza saprete cosa illuminare maggiormente

Quando andrai a valutare la zona giorno considera che i piani da lavoro e i tavoli da pranzo vanno supportati dal fascio di faretti a soffitto, o con delle lampade a sospensione o con una plafoniera a LED.

Per quanto riguarda la cucina, in un loft è meglio optare per una cucina con isola, così da andare a delimitare la zona cottura e lo spazio living, andrà benissimo illuminarla con un pendel.

Per il soggiorno, o meglio la zona relax, affida ai lampadari in legno oppure a delle applique il compito di fare luce. Trattandosi di una zona adibita alla convivialità, alla lettura, all’ascolto della musica e altre attività del genere, scegli una luce soffusa che può contribuire a creare un’atmosfera di pace e relax: puoi scegliere lampade con regolatore dell’intensità luminosa.

Nella zona notte le classiche abat-jour sul comodino andranno benissimo, mentre per l’illuminazione complessiva dello spazio posiziona delle portalampade in legno a sospensione valutando dove farle pendere (vicino alla parete darà un effetto molto in sintonia con lo stile industrial). Anche una bobina di mini LED inserita in un incavo del muro per ottenere una luce lineare diffusa, magari proprio nella parete della testiera del letto, darà un tocco unico e moderno!

Ora tocca a te dare libero sfogo alla tua creatività e “accendere la lampadina che hai in testa”!

Related Posts