Trend

Illuminazione domestica, la luce giusta… senza errori

Illuminare un ambiente, e maggior ragione una casa intera, non è un compito semplice come potrebbe sembrare. Insomma, non è come accendere un interruttore e… fare luce. Per illuminare la nostra casa, infatti, servono una serie di accortezze – e di dritte – importanti. Innanzitutto per risparmiare sulla bolletta dell’elettricità, perché scegliere un prodotto piuttosto che un altro può fare davvero la differenza. E, in seconda battuta, per identificare i sistemi illuminanti più adatti e per posizionarli correttamente, così da non avere zone buie o, al contrario, aree dell’abitazione con sovrailluminazione. Ecco qui di seguito i principali errori che tutti noi abbiamo la tendenza a commettere quando dobbiamo decidere quali, come e dove posizionare le luci nelle nostro case. Conoscendoli, sarà più facile evitarli e fare un ottimo lavoro fin dalla progettazione.

Un’unica fonte luminosa? No!
In tutti gli ambienti della casa va previsto più di un punto luce, pena uno spiacevole effetto buio e una scarsa funzionalità. A maggior ragione in cucina, dove devono essere adeguatamente illuminate tutte le aree di lavoro. Quindi sì all’utilizzo di tutti e tre i livelli di illuminazione: luce ambientale (quella principale), d’accento (che dà carattere e “atmosfera”) e da lavoro, ad esempio i faretti posizionati sopra i fornelli e il piano dove si preparano i pasti.

Le dimensioni contano
Quando si parla di lampadari, sospensioni o lampade da terra, le dimensioni sono importanti. Deve esistere una proporzione tra metratura del locale, misure degli arredi, altezza del soffitto e dimensioni della lampada. Installare un unico, piccolo lampadario su un ampio tavolo da pranzo, così come posizionare una lampada da terra di dimensioni extralarge accanto a una poltroncina da lettura sono errori che rischiano di creare un effetto dissonante e privo di giuste proporzioni. Ancora, una singola luce potrebbe non garantire la giusta luminosità mentre una lampada troppo grande potrebbe generare una luce eccessiva e poco confortevole. Infine, ci dovrebbe essere una piacevole armonia estetica, oltre che funzionale: una volta scelto lo stile della stanza, o della casa, lampade e lampadari dovrebbero essere in tema, delle giuste dimensioni e con colori e materiali che si armonizzano con il mood dell’ambiente. Lucefaidate.it offre a questo proposito una scelta vastissima, adatta a ogni esigenza, sia per quanto riguarda i modelli disponibili di lampadari, faretti, applique, strisce a Led, sorgenti luminose moderne sia per quanto riguarda le lampadine.

L’ambiente ringrazia
Un altro aspetto da considerare fin da subito è l’efficenza energetica: meglio sempre optare per soluzioni a basso consumo e di lunghissima durata, come le lampade a Led. Per la stessa ragione, vale davvero la pena installare un dimmer che consente di regolare la luminosità a seconda dei momenti della giornata e delle occasioni. Così si avrà un impatto più sostenibile e anche la bolletta sarà più leggera.

Vietato dimenticarsi dei piccoli spazi
Anche le dispense, gli armadi e i ripostigli hanno bisogno di illuminazione! In questi casi, la luce ambientale potrebbe non essere sufficiente: a tutti sarà capitato di brancolare nell’armadio cercando il capo desiderato… senza vederlo! Per ovviare a questi inconvenienti, è sufficiente installare all’interno delle strisce luminose a Led o delle luci apposite: così anche i piccoli spazi saranno molto più pratici (e ordinati).

Mai pensato alle luci “portatili”?
Oggi esistono in commercio delle comodissime lampade a batteria o a ricarica Usb che si possono spostare a seconda delle necessità. Praticissime, senza fili, rappresentano la perfetta soluzione per ambienti piccoli e che non devono essere eccessivamente ingombrati da oggetti. Inoltre ne esistono di splendide, dal design moderno, che garantiscono un’ottima luminosità senza pesare sulla bolletta dell’elettricità.